aggiornato il 22 May 2018 alle 7:10 PM
NEWS

Calcio lega Pro Gir.C: il Matera perde di misura al San Vito

  • Scritto da Oreste Roberto Lanza
  • Publicato in Sport

Allo stadio San Vito il Cosenza batte il Matera 2-1. Si diceva che sarebbe stato un match agonisticamente tirato. Con un terreno di gioco non in condizioni migliori, bisognerà essere risoluti, concreti e tosti dal punto di vista caratteriale e agonistico.Previsioni rispettate. Il Cosenza di Mister Braglia ha meritato di vincere contro un Matera che ha fatto veramente poco per portare punti a casa. Gli uomini di mister Auteri si sono visti soltanto nell’ultima mezz’ora del secondo tempo, quando sono riusciti ad accorciare il risultato con Dugandzic. Squadre disposte a specchio da Braglia e Auteri, Entrambi scelgono di giocarsela con un 3-5-2. Auteri arretra Sernicola a fare compagnia a De Franco e Scognamillo. Centrocampo con Angelo, Maimone, De Falco, Urso, Casoli, Giovinco e Sartore a dare fastidio alla retroguardia calabrese. Con un campo ai limiti della praticabilità il Matera manifesta fin dall’inizio serie difficoltà ad impostare il proprio gioco. Ne approfitta il Cosenza più in palla a infastidire la difesa materana. Al 12’ il Matera trema alla prima occasione dei padroni di casa. Dal corner, palla per Pascali, che tutto solo, con il piattone trova il no del palo. Occasionissima per il Cosenza. Un minuto dopo ancora Cosenza. Ancora un errore della difesa biancoazzurra. Buco difensivo che favorisce Perez che tutto solo davanti a Golubovic, calcia clamorosamente a lato. Cinque minuti dopo ancora gli uomini di mister Braglia mettono paura alla retroguardia del Matera. Questa volta è il cosentino Bruccini dalla distanza a provarci: l'estremo difensore devia la spera. Poi, De Franco spazza in corner. Corre il 20’ quando si fa vedere il Matera dalle parti del portiere cosentino Saracco. Spunto di Sartore sulla sinistra, che mette palla al centro sulla testa di nessuno. Cosenza sempre dalle parti della difesa del Matera. Al 32’ il portiere materano Golubovic è protagonista. Assist di Loviso per Tutino, ma è bravissimo Golubovic nell'uscita, dicendo di no. La prima frazione di gioco finisce annotando solo il quinto calcio d’angolo a favore della compagine calabrese. Il secondo tempo inizia con un Matera subito all’attacco. Sembra essere un altro Matera rispetto al primo tempo. Ma il Cosenza sa gestire il momento e attende gli avversari lucani nella propria trequarti per poi effettuare delle ripartenze che mettono in serio pericolo la difesa degli uomini di Auteri. Passano diversi minuti con vari tiri e ribatti a centrocampo da entrambe le formazioni. Ma al 63’ il Cosenza va in vantaggio. Questa volta, Pascali non sbaglia. Tutto solo, il centrale difensivo dei rossoblù incorna in rete. Ovviamente, lasciato solo dalla difesa. Cosenza in vantaggio, il Matera è costretto a reagire. Dopo 70 minuti di gioco, il Matera batte il primo calcio d’angolo. Poi all’73’ancora Matera. Punizione di Giovinco: palla al centro e serie di batti e ribatti che termina in un nulla di fatto. Ma 7 minuti dopo il Cosenza raddoppia. All’80’ bel pallone di Okereke per l'inserimento di Corsi che lascia partire un bellissimo diagonale che trafigge Golubovic per il 2-0. Auteri effettua due sostituzioni riportando la squadra al 3-4-3. Escono Sernicola e Giovinco. Al loro posto Corado e Battista. Poi Dugandzic al posto di Urso. La squadra pare ravvivata creando alcune azioni pericolose. All’83 gran pallone di Dugandzic che si incunea in area, serve Battista che calcia al volo: sfera clamorosamente altissima, da ottima posizione. Ma ad un minuto dal novantesimo il Matera accorcia le distanze. È l’88’ quando dagli sviluppi di una punizione, Dugandzic trova un bel tiro a giro che beffa Saracco. Cinque minuti di recupero e il Cosenza in dieci per l’espulsione di Calamai per un bruttissimo fallo non modificano il risultato. Un anno fa proprio il 21 gennaio, qui al Gigi Marulla, il Matera di Auteri rifilava ai padroni di casa ber tre reti. Oggi il Cosenza meritatamente si è ripresa una secca rivincita.La reazione, con gol, nei cinque minuti finali non possono giustificare una prova gravemente insufficiente. Il Cosenza, approfitta degli errori del Matera e lo punisce, agganciandolo in classifica.

COSENZA (3-5-2): Saracco, Idda, Dermaku, Pascali, Corsi, Calamai, Loviso (dal 44’ st Trovato), Bruccini, D’Orazio, Perez (dal 26’ st Baclet), Tutino (dal 16’ st Okereke). A disposizione: Perina, Pinna, Pasqualoni, Boniotti, Mungo, Braglia, Mendicino. Allenatore: Braglia.

MATERA (3-5-2): Golubovic, Scognamillo, De Franco, Sernicola (dal 30’ st Corado), Angelo, Maimone (dal 22’ st Di Livio), De Falco, Urso (dal 36’ st Dugandzic), Casoli, Giovinco (dal 30’ st Battista), Sartore. A disposizione: Tonti, Mittica, Di Sabatino, Gigli, Taccogna, Dammacco. Allenatore: Auteri.

ARBITRO: Fabio Schirru (Nichelino).

RETI: al 63’  Pascali (C), al 80’  Corsi (C), al 88’ Dugandzic (M).

NOTE:.Terreno di gioco in pessime condizioni. Espulsi: al 45’ st Calamai (C) per gioco pericoloso. Ammoniti: Perez, Dermaku (C) e Urso, Maimone, De Falco (M). Angoli: 5-1 per il Cosenza. Recupero: 1’ p.t e 5’ s.t Spettatori: 1800 circa con una cinquantina dei quali provenienti dalla Città dei Sassi.