aggiornato il 20 Oct 2017 alle 6:09 PM
NEWS
Redazione

Redazione

Alba Service:Appena concluso il tavolo Inter-Istituzionale

Si è svolto stasera il tavolo inter-istituzionale sulla società partecipata

Filcams Lecce: “Dobbiamo salvare tutti e 120 i posti di lavoro”

Il futuro dei dipendenti si gioca su tre direttrici: mobilità, concordato o fallimento

Lecce, 20 ottobre 2017 – Tre possibili indirizzi sulla vertenza Alba Service. Si è riunito oggi in

Prefettura il tavolo convocato dal prefetto Claudio Palomba sulla società partecipata della

Provincia di Lecce. Alla riunione hanno partecipato, oltre al rappresentante territoriale del

Governo, anche: il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, e i tecnici dell’ente;

l’assessore regionale al Lavoro, Sebastiano Leo; la task force regionale sul Lavoro; il

liquidatore della società e i rappresentanti sindacali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil,

Ugl Servizi e Cobas.

Dal tavolo sono emerse tre linee di indirizzo sul futuro dell’azienda. La prima: mobilità tra

società partecipate, aspettando la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto ad hoc

prevista per lunedì 23 ottobre. La seconda: ipotesi di concordato preventivo. Per realizzare

questa soluzione, servono la volontà politica della proprietà, ossia la Provincia, e la

disponibilità dei creditori (lavoratori compresi) ad accettare un recupero parziale del proprio

credito (all’incirca il 25%). Terza linea di indirizzo: il fallimento della società.

Il prefetto si è impegnato ad organizzare tavoli tecnici per le possibili soluzioni sul tappeto. Il

prossimo incontro è stato già fissato per lunedì 30 ottobre. Questi incontri serviranno a:

valutare gli spazi di manovra per l’attuazione del decreto di prossima pubblicazione e per

giudicare nel merito la percorribilità della strada che porta al concordato preventivo in

continuità.

«Delle tre ipotesi in campo, non voglio neanche prendere in considerazione quella del

fallimento, perché provocherebbe la procedura di licenziamento collettivo dei lavoratori», dice

il segretario generale della Filcams Cgil di Lecce, Mirko Moscaggiuri. «Le altre due strade

sono percorribili a patto che ci sia la volontà politica della proprietà e che il decreto che sarà

pubblicato in Gazzetta Ufficiale preveda il passaggio dei lavoratori da una società partecipata

all’altra, senza soluzione di continuità. L’obiettivo principale resta ovviamente la salvaguardia

dell’occupazione e il riavvio dei servizi. Sugli assistenti sociali, l’assessore Leo ha preso un

impegno preciso: nessuno dei 30 lavoratori di Alba Service perderà il posto di lavoro».

Filcams Cgil Lecce

il segretario generale

Mirko Moscaggiuri

Maglie - Domenica 22 ottobre, ore 9-13, piazza Tamborino Donne imprenditrici e cuoche

 I segreti della pasta fatta in casa nel Mercato di Campagna Amica a Maglie

Il buon gusto della pasta fatta in casa e la freschezza e la genuinità dei prodotti a chilometro zero. Torna domenica 22 ottobre a Maglie, dalle 9 alle 13, in piazza Tamborino, il Mercato di Campagna Amica di Coldiretti Lecce. “Imprenditrici in campo e a tavola” è il tema della giornata, e prevede una serie di iniziative in collaborazione con Coldiretti Donne Impresa e Cea Posidonia.

In particolare, si potrà partecipare al laboratorio di pasta fatta in casa. Il mercato di Campagna Amica diventa sempre più occasione di interessanti incontri. Questa volta sarà Coldiretti Donna Impresa ad animare la giornata. Donna Impresa è un'associazione che promuove l'imprenditoria femminile, organizza attività culturali e di comunicazione col consumatore. Questa domenica le imprenditrici salentine sveleranno l'arte della pasta fatta in casa, i diversi grani utilizzati e coltivati nei campi del Salento. Un modo per coinvolgere grandi e piccoli. Le donna in agricoltura hanno un grandissimo valore: sono capaci di custodire e tramandare il sapere e i diversi sapori.

E poi negli stand gialli di Campagna Amica, una profusione di prodotti di stagione e rigorosamente coltivati nel Salento. Frutta, verdura, formaggi, olio, vino, miele ed altri prodotti dal sapore inconfondibile, coltivati e trasformati dalle aziende aderenti a Campagna Amica. La domenica, dunque, come occasione per fare shopping di alimenti salutari e buoni, ma anche per riscoprire le antiche tradizioni gastronomiche del Salento.

Xylella,Coldiretti :Un contratto di distretto per il Salento.Siamo all'ora zero per la ricostruzione del paesaggio agricolo"

 

"Un contratto di distretto per rilanciare l'agricoltura e l'economia del Salento". A lanciare la proposta è Coldiretti Lecce all'indomani del via libera dell'Ue all'impianto di ulivi nell'area infetta. L’ Organizzazione agricola accende dunque i riflettori sulla necessità di supportare la rigenerazione dell'area infetta di Lecce, Brindisi e Taranto con appositi strumenti finanziari. Il quadro normativo già prevede lo strumento del contratto di distretto all'interno di un accordo di programma quadro (Decreto ministeriale 1192 dell'8 gennaio 2016).

 "Questo accordo di programma quadro va promosso in sinergia tra Governo, Regione Puglia e i territori di Lecce, Brindisi e Taranto. È un contratto che individua gli obiettivi di sviluppo per i quali concorrono tutte le forze economiche interessate, dalla produzione alla trasformazione, alla commercializzazione - dice il presidente di Coldiretti Lecce, Pantaleo Piccinno - Questo strumento garantisce inoltre la possibilità di finanziare anche i necessari interventi infrastrutturali e il sistema della ricerca".

"È il momento opportuno per rivendicare che l'attenzione del Governo rispetto a questo territorio sia accompagnata da adeguati stanziamenti economici nell'ambito della Legge finanziaria", dice Piccinno che aggiunge: "È illusorio proporre leggi speciali per la sola provincia di Lecce. La fitopatia ha ormai coinvolto le tre provincie salentine e sta per sconfinare a Bari. Xylella ci impone, quindi, di ragionare in termini di distretto".

"Questo Governo non avrà il tempo di approvare una legge speciale - commenta il direttore di Coldiretti Lecce, Giuseppe Brillante - ne' potrà essere tra le priorità del nuovo Governo, per questo dobbiamo utilizzare strumenti già esistenti, rimpinguati con stanziamenti specifici per la nostra area. Non possiamo consentire il fai da te. Occorre una visione collettiva per rimettere in moto l'economia di questo territorio ripartendo dall'agricoltura, con il coinvolgimento di tutti".

"Abbiamo già impegnato sulla questione il vice-ministro Teresa Bellanova - conclude Piccinno - c'è la necessità ora di coinvolgere l'intera deputazione salentina e costruire politiche di convergenza anche in ambito regionale. Siamo all'ora zero per il Salento: dipenderà da tutti noi essere capaci di rialzarci e costruire insieme il paesaggio agricolo del futuro".

A Monteroni di Lecce, sarà presentato ufficialmente il libro “L’attesa.

Venerdì 27 ottobre 2017 alle ore 18.30, presso Hopera-Space, a Monteroni di Lecce, sarà presentato ufficialmente il libro “L’attesa. Il filo conduttore della vita” edito da Ed. Esperidi, frutto editoriale del Concorso indetto dall’«Associazione Alessia Pallara onlus» e la «Confraternita Maria SS. Assunta», giunto al terzo anno, riservato a studenti delle classi quinte Secondaria di II° Grado della Provincia di Lecce. 

La novità di questa edizione, che è poi il corpus del volume, è la presenza di tredici autrici salentine che hanno donato un brano (prosa o poesia) dedicato appunto al tema dell’attesa. Le autrici sono: Maria Grazia Attanasi, Annalisa Bari, Paola Bisconti, Laura D’Arpe, Ada Fiore, Isabella Malecore, Annatonia Margiotta, Chiara Marini, Anna Pecora, Maria Cristina Rizzo, Maria Teresa Romano, Ilaria Seclì, Arianna Caracciolo.

I lavori più significativi delle precedenti edizioni sono stati utilizzati in un bando di concorso rivolto agli studenti dei Conservatori musicali dell’intero territorio nazionale dal titolo “Note per una Stella”. Nell’ultimo settore del libro sono pubblicati i nominativi dei vincitori ed il titolo delle opere prodotte che saranno premiati durante la serata.

Dopo i saluti del sindaco di Monteroni Angelina Storino, seguono gli interventi di Maria Rosaria Manca dell’ass. “Alessia Pallara onlus ” e dirigente dell’I.C. I Polo “S. Colonna”, Wilma D’Amato presidente della giuria del concorso, Giuseppe Mancarella priore della Confraternita Maria SS. Assunta. Sarà presente l’editore Claudio Martino.

L’evento sarà impreziosito dagli interventi musicale a cura del M° Antonio Martino e degli Alunni del corso di Composizione diretto dal M° Michele Pezzuto dell’Ist. Musicale “G. Paisiello” AFAM di Taranto.

Brani scelti saranno letti dall’attore Francesco Piccolo, conduce Anna Rita Favale.

 

  • Publicato in Cultura
Subscribe to this RSS feed