aggiornato il 9 Dec 2018 alle 7:30 PM
NEWS

LùMiere Calicidicinema “Una farfalla con le ali insanguinate”

 

Secondo appuntamento con la rassegna cinematografica LùMiere Calicidicinema, che prosegue martedì 27 novembre, alle ore 20.30, presso il Must- Museo Storico di Lecce.  Un nuovo cartellone inedito, che ha già riscosso grande consenso al primo incontro, pensato dal direttore artistico Antonio Manzo, per soddisfare ogni gusto e ricordare film rari alternati a capolavori senza tempo, sicuramente da rivedere.

In una delle sale più accoglienti del Must, in una atmosfera informale e conviviale, si avrà la possibilità di godere, nello stesso momento, del piacere del cinema d’autore e del sapore del vino pregiato salentino.

Questa volta viene dato spazio al “giallo” con “Una farfalla con le ali insanguinate”, girato nel 1971 da Duccio Tessari, ottimo regista teatrale e televisivo.  Una tra le prime  pellicole di questo genere, caratterizzate dalla suspance e da colpi di scena imprevedibili. In un momento di grande cambiamento di usi e costumi, in Italia prenderà sempre più interesse questo tipo di film, giocati tra mistero e continua tensione, che faranno scuola anche alla cinematografia internazionale.

Un lavoro cinematografico raro e poco conosciuto, che vale la pena di essere guardato per l'atmosfera tipica di quegli anni, dove omicidi e "mostri", soprattutto nelle grandi città, tenevano col patema d'animo famiglie intere e dove le prime pagine dei giornali titolavano frequentemente. Uno specchio di una società più aperta ma anche più pericolosa. Nel cast, un ambiguo e affascinante Helmut Berger calato a pennello nel suo ruolo, Il bravo attore caratterista Silvano Tranquilli, un accreditato interprete di grande spessore come Giancarlo Sbragia e la giovanissima modella Carol André.