aggiornato il 15 Oct 2018 alle 3:45 PM
NEWS

IL TEATRO APOLLO SI RIEMPIE DI COLORI CON IL CONCORSO "AMIBITONOI - io non ho paura"

UN PROGETTO INTERNAZIONALE D'INTERCULTURA INNOVATIVO CHE PARTE DALSALENTO.

Il Concorso "AMIBITONOI- io non ho paura" , che Integra Onlus, di concerto con l'U.S.T. di Lecce e l'Unicef Italia, ha lanciato con tutte le scuole salentine, durante l'anno scolastico 2017/2018, conclude la sua prima edizione il 16 Ottobre 2018 (dalle ore 10.00 alle ore 13.00), a Lecce, presso il Teatro Apollo.

Un evento partito come regionale, che oramai si proietta anche in una dimensione nazionale ed internazionale, esaltando il "Modello Salento", con un concorso che coinvolge tutto il mondo dell'istruzione, in primis attraverso una "Testimonial" d'eccezione, quale, "Malala Yousafzai",che proprio in questi giorni, nel 2014 riceveva a Stoccolma il Premio Nobel per la Pace, per l'impegno contro la cieca violenza e l'esclusione all'educazione delle bambine pakistane, oramai simbolo planetario di questa battaglia per tutti i diritti universali, attraverso la sua Fondazione, in Usa, a cui, dopo il profuso apprezzamento verso il concorso, è stato chiesto di inviare un saluto personale.

Il suo slogan: "Un Bambino, un Insegnante, un Libro e una Penna, possono cambiare il Mondo "ha colpito il cuore dell'Umanità intera, da sostenere qui con un progetto organico, che ha visto l'Associazione affiancata per la seconda edizione da ulteriori, prestigiosi Patrocini, quali l'UNAR (presso la Presidenza del

Consiglio dei Ministri), il CIDU (presso la Farnesina), la LIDU (con il suo secolo di storia ) con il sostegno in Albania della stessa Arcidiocesi di Scutari -Pult e della Fondazione "Bridge for the Future", accanto all'Associazione "NanyMusic di Daniela Guercia" e di "MediterraneaMente" di Porto Cesareo, promotrice del Premio "Virtù e Conoscenza", alla presenza delle stesse istituzioni, tra cui il Prof. Sebastiano Leo, Assessore alla Regione Puglia.

Un'iniziativa, che vede Integra Onlus, a quindici anni dalla sua nascita, non più solo attiva nelle più avanzate politiche migratorie, ma protagonista anche di una rinnovata stagione per la tutela dei diritti umani universali, tra cui l'educazione delle nuove generazioni, specie di quelle più svantaggiate,

inserite nelle famiglie più povere ed emarginate, non solo nel nostro "amato" Salento, ma anche nella Terra "sorella" d'Albania, sostenendo lì i minori e le donne abbandonate e recluse, in ultimo rilanciando la campagna Umanitaria "Bimbi in Volo per un Sorriso": questa al fine di sostenerne l'educazione e la formazione, specie per le zone periferiche e del nord del "Paese delle Aquile", raccogliendo materiale scolastico, supporti tecnologici, vestiario ed altro, attraverso l'Arcidiocesi Cattolica di

Scutari - Pult, retta da Mons. Angelo Massafra.

Una degna conclusione della prima annualità che ha visto il 21 marzo u.s., a Roma, presso l'Auditorium del Divino Amore, in occasione della Festa dei quindici anni d' Integra onlus, premiare le migliori scuole salentine, con una pregiata ceramica pugliese, con il simbolo multicolore della nostra casa, aperta all'accoglienza ed all'integrazione.

Un "Circuito Virtuoso" che dopo la Giornata Mondiale della Carità e del secondo Anniversario della Canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta, rilanci altresì il gemellaggio tra il Salento e l'Albania, all'insegna dei diritti universali e della cooperazione umanitaria, specie verso i soggetti più fragili e vulnerabili, quali donne e minori, accompagnando questi ultimi nel percorso essenziale della loro formazione umana e professionale, affinchè diventino i cittadini "solidali" del mondo, favorendo così un vitale dialogo tra culture , popoli e religioni diversi, costruendo i Ponti di Pace e di Fratellanza, auspicati anche dal Santo Padre.