aggiornato il 15 Oct 2018 alle 3:45 PM
NEWS

Ortelle - MASSIMO BRAY E ROBERTO BURIONI al Festival del Cittadino.

Domenica 23 settembre, ore 19.00 Piazza San Giorgio Ortelle

MASSIMO BRAY, già Ministro dei Beni Culturali e attuale direttore della Fondazione Treccani e Presidente del salone del libro di Torino, e ROBERTO BURIONI, noto virologo e divulgatore scientifico e strenuo sostenitore dell'obbligo di vaccinazione, daranno vita ad uno degli incontri più attesi del Festival. I due, stimolati dalla giornalista Federica Marangio, affronteranno il tema del paesaggio attraverso il rapporto con la bellezza, il primo, e le relazioni con l'ambiente e la salute, il secondo.

Molta curiosità per l’intervento di Burioni, tra i primi ad esprimersi in modo favorevole all’istituzione dell’obbligo di vaccinazione per i bambini che accedono ad asili nido e scuole primarie, anche alla luce delle recenti polemiche sia con vari esponenti del governo che con gruppi no-vax, nei confronti dei quali si è espresso sempre in modo molto duro.

Seguirà alle ore 21,00 la Proiezione di “Declinazione”, musica elettronica e contrappunto di immagini, di Luigi Mengoli.

Il Festival del Cittadino, organizzato dal Comune di Ortelle, CanaliCreativi, Parco Canali SAC Porta d'Oriente by EspérO e Fabbricare Armonie e giunto quest’anno alla sua terza edizione, coniuga ogni volta il tema della cittadinanza con una delle parole chiave della Costituzione.

La scelta è caduta, quest'anno, sul termine PAESAGGIO, che ritroviamo nell’articolo 9, che recita: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”.Direzione scientifica: Salvatore Colazzo (Università del Salento) – Ada Manfreda (Espéro - ricerca applicata per la formazione) con la collaborazione di: ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro-mediterraneo); ADU - Associazione Avvocati per i Diritti Umani – Lecce; Fondazione di Partecipazione “De Finibus Terrae – Parco Culturale Ecclesiale”

e il patrocinio di: Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento.