aggiornato il 14 Aug 2018 alle 11:25 AM
NEWS

Mostra pittorica collettiva “Apollineo e Dionisiaco nell’arte tugliese”

“Apollineo e Dionisiaco nell’arte tugliese”, questo il tema che il Comitato

Organizzatore, costituito dall’Amministrazione Comunale di Tuglie, dalla

Biblioteca Comunale "Fiore Tommaso Gnoni”, dal Servizio Civile Nazionale e

dall’Ass. Culturale ”Amici della Biblioteca”, ha assegnato alla Mostra pittorica

collettiva prevista nel programma di attività della Biblioteca e inserita nella

rassegna “Platea d’Estate” dell’Assessorato alla Cultura di Tuglie.

La mostra è patrocinata dalla Provincia di Lecce e si svolgerà dall’11 al 18

agosto 2018 presso gli spazi della Biblioteca Comunale, in via Risorgimento n. 19 a

Tuglie, e comprenderà una selezione di pregevoli opere artistiche realizzate da 16

pittori, di cui tre in retrospettiva, che hanno operato od operano in questa

comunità.

Le stesse sono espressione di tematiche, stili, linguaggi e tecniche differenti, ma

sono state tutte selezionate secondo il concetto filosofica dell’Apollineo e del

Dionisiaco; inoltre saranno corredate da un catalogo dedicato con illustrazioni e

commenti critici.

Si intende con questo evento non solo valorizzare la produzione pittorica del

territorio, ma anche promuovere un proficuo confronto dialettico tra gli operatori,

finalizzato ad una sempre maggiore crescita sia del livello artistico degli stessi che

dell’apprezzamento dei cittadini rispetto al mondo dell’arte.

La serata di inaugurazione è fissata per sabato 11 agosto 2018 ore

19 con la partecipazione del pubblico e degli stessi Autori; sono previsti

interventi delle Autorità e di esponenti del mondo culturale, accademico e

giornalistico tra cui Giuseppe Albahari (giornalista, scrittore, critico),

Fernando De Filippi (docente e presidente Accademia B.A.)

Antonio Imperiale (giornalista, critico)

Glauco Lendaro Camiless (scrittore e docente Accademia B.A.)

Maurizio Nocera (scrittore, critico d’arte)

Elio Pindinelli (scrittore, studioso di storia patria, esperto d’arte)