aggiornato il 18 Nov 2018 alle 4:33 PM
NEWS

NARDO' : ABBANDONO DEI RIFIUTI, 10 MILA EURO PER LA “GUERRA” AGLI INCIVILI

L’amministrazione comunale affida all’esterno il servizio di gestione delle fototrappole

L’amministrazione comunale non molla la presa nel braccio di ferro con gli incivili che abbandonano i rifiuti in maniera incontrollata e spesso pericolosa e investe altri 10 mila euro per la gestione del servizio delle fototrappole. Questa ulteriore attività di controllo per la tutela ambientale sarà possibile grazie a un nuovo servizio di assistenza nel monitoraggio attraverso l’impiego di fototrappole auto-alimentate da dislocare in più punti del territorio comunale. Il servizio, in particolare, consiste nell’installazione (di concerto con la Polizia Locale) di telecamere di videosorveglianza, fornite e manutenute dalla ditta aggiudicatrice del servizio, nell’estrazione e riversamento su supporto ottico o magnetico delle immagini estratte e nello smontaggio e recupero dell'attrezzatura. Si prevede l’esecuzione di circa cento interventi annui per un massimo di dieci siti da controllare contemporaneamente. L’importo presunto è di 10 mila euro. 

 “L’ausilio di una ditta specializzata e la stretta collaborazione della nostra Polizia Locale - spiega l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio - ci consentono di fare un salto di qualità nella quotidiana azione di contrasto agli incivili. Il monitoraggio diventerà più capillare, più continuo, più efficace. La nostra è una battaglia di principio, perché siamo convinti che offendere l’ambiente con comportamenti superficiali e scellerati sia un atto grave, nei confronti del quale non possiamo restare immobili”.

Le offerte dovranno pervenire esclusivamente mediante il portale https://nardo.tuttogare.it, a cui, com’è noto, gli operatori economici interessati devono iscriversi. Tutti i particolari sono disponibili al link https://goo.gl/YhXgtQ. L’aggiudicazione avverrà sulla base dei criteri del pregio tecnico delle apparecchiature proposte, delle modalità di svolgimento del servizio, di eventuali servizi aggiuntivi offerti, della qualificazione dell’operatore, dei procedimenti adottati per garantire il rispetto della normativa sulla privacy. Le offerte devono essere formulate esclusivamente nel limite dell’importo presunto a base di gara. Il termine per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse è fissato alle ore 12 di venerdì 26 ottobre 2018. Il testo completo dell’avviso è disponibile al link https://goo.gl/ZLygMe. Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio Ambiente (geom. Vanessa Felline) al numero di telefono 0833 838260 o agli indirizzi di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le fototrappole rappresentano un validissimo strumento di contrasto al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sul territorio e anche in qualche caso alla triste abitudine dell’abbandono di animali. Dal 2016 ad oggi, grazie a questi mezzi, a quasi duecento persone sono stati contestati vari illeciti (amministrativi e/o penali) relativi a violazione di norme nazionali e locali in materia ambientale. Ma l’efficacia delle fototrappole può essere misurata anche per fenomeni connessi, come gli incendi (quasi sempre nottetempo) di rifiuti o cumuli di materiale, che sprigionano fumi e cattivi odori, i cui responsabili possono essere individuati proprio dall’attento “occhio”, acceso h24, di questi ausili importantissimi. Eclatante l’episodio di ieri relativo a una cava in località Torre Mozza, utilizzata come discarica, che ha preso fuoco, liberando molto fumo nell’area circostante. 

 “Le fototrappole ci hanno dato una grossa mano sino ad oggi - aggiunge l’assessore alla Polizia Locale Ettore Tollemeto - anche se sappiamo che il fenomeno è molto esteso e che controllare accuratamente l’enorme territorio del nostro comune è quasi impossibile. Serve, da un lato, sensibilizzare e crescere come comunità civile, dall’altro punire senza indugi comportamenti che davvero faccio fatica a comprendere”.